DECRETO FLUSSI STAGIONALI 2015

Il . Inserito in ATTUALITA

Con la circolare n. 2643 del 29 aprile scorso, il Ministero dell’Interno e il Ministero del Lavoro hanno reso noto che è stato registrato, presso la Corte dei Conti, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 aprile 2015, relativo alla “Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale per l’anno 2015”.

Tale decreto prevede una quota massima di 13.000 ingressi di cittadini extracomunitari, da ripartire tra le regioni e le province autonome, con successivo provvedimento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Via libera ai lavoratori cittadini dei seguenti Paesi: Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea del Sud, Egitto, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina e Tunisia. Indipendentemente dalla cittadinanza, potranno però arrivare anche lavoratori che sono stati qui negli anni passati.

Il decreto riserva 1500 ingressi a lavoratori stagionali che in passato sono già entrati in Italia per almeno due anni consecutivi. Per loro i datori di lavoro potranno chiedere dei nulla osta al lavoro pluriennali, in modo da poterli far arrivare nei prossimi anni senza dover aspettare la pubblicazione dei decreti flussi.

Le domande per l’ingresso dei lavoratori stagionali possono essere presentate - come negli anni passati - esclusivamente con modalità informatiche, collegandosi al sito del Ministero dell’Interno (www.interno.it). L’inoltro delle domande sarà possibile alle ore 24 del 31 dicembre 2015.

Per maggiori informazioni e per la presentazione delle istanze contatta l'ufficio Datori di lavoro al. 055.2338002 oppure all'indirizzo mail i.fiorelli@cia.it